E Cristina chiuse con l’Europa unita, ma entrò nei cuori coi nonni

L’ultimo capitolo della saga dei telefilm con Cristina D’Avena è datato autunno 1991: di lì a poco si creerà la Cee, embrione della futura Ue. Se oggi parlare in Italia di Europa unita e Mes è solo un modo per infiammare posizioni politiche contrastanti tra loro, all’epoca di questo telefilm un argomento del genere incuriosisce e unisce. Sebbene per motivi diversi (cambia l’orario, anticipato di mezz’ora su Rete 4 anziché Italia Uno, e la produzione è meno impegnativa) il prodotto sia quello di minor successo, Cristina l’Europa siamo noi è quello che si distingue maggiormente nella trama, anche per un nutrito cambiamento nel cast.

Ci sono, oltre a Cristina, ancora i fratelli Luca e Francesca, e l’amica di questa, Giulia. Si trasferiscono tutti a casa dei nonni di Giulia, e subito Luca si appassionerà alle invenzioni del nonno adottivo come faceva prima con quelle dello zio, il signorino Carlo. Cristina è ormai una cantante affermata e una conduttrice, nel film come nella vita: il suo ruolo è paradossalmente un po’ meno centrale rispetto alle serie precedenti, per dare spazio al dialogo intergenerazionale che vede sempre un acceso confronto tra nonni e nipoti, e Gianni (nientemeno che Giovanni Ratti). E’ lui la parte più comica del telefilm, ma non basta un cast di attori teatrali per fare successo alle 19.30 su Rete 4. Una giovanissima Sabrina Paravicini fa l’ingresso nella tv dei ragazzi con la sua esplosiva simpatia, mentre Graziella Porta rappresenta uno dei più importanti esempi di doppiatrice in grado di tenere la scena del palco come del set televisivo. Il tema dell’Europa è solo un pretesto promozionale di cui non si parla quasi mai, ma lo si fa attraverso la sigla piena di bandiere con quello slogan: Europa unita, il sogno che diventa realtà. Nel 1991 in questi versi c’è qualcosa in più rispetto alla semplice retorica. Ci si crede davvero, il sogno di un cambiamento epocale è concreto. Cristina, con la sua empatia, può certamente sensibilizzare anche i ragazzi su ciò che sta per accadere nella società. Il successo fu però davvero inferiore alle aspettative e forse anche questo (complici le crescenti produzioni di telefilm italiane che a quel punto si stavano attrezzando con attori e sceneggiature più comiche, a cominciare da I vicini di casa) indusse a non proseguire nel filone.

18B7CE4F-281D-4EEF-A68C-FDE9F7A59A43

La canzone di maggior successo, però, tanto da conquistarsi un posto anche nella Fivelandia di quell’anno, fu certamente I nonni ascoltano, che a tutt’oggi rimane una delle più romantiche canzoni dedicate alla dolce figura dei nonni. La melodia e le parole sono qualcosa che meritano di essere riproposte dopo tanti anni. Qui sotto testo e video.

Massimiliano Beneggi

Accanto a voi sento sempre tutta la magia
Della vostra compagnia
Siete per me il sole di ogni giorno
Ma che gioia avervi intorno
Con la luminosità degli anni e delle fiabe
Pronti ad ascoltare
Ma senza giudicare
I nonni ascoltano, non ci mandano via
E sanno consolarci con la fantasia
I nonni parlano con semplicitá
E sanno regalarci la serenità
I nonni ascoltano, non ci mandano via
E sanno consolarci con la fantasia
I nonni ci parlano con semplicità
E sanno regalarci la serenità
Ogni nonno è così
Accanto a voi sento sempre un groppo d’allegria
Misto a un po’ di nostalgia
Accanto a voi torniamo un po’ bambini
Ci sentiamo cristallini
Pieni di…
Accanto a voi sento sempre un groppo d’allegria
Misto a un po’ di nostalgia
Accanto a voi torniamo un po’ bambini
Ci sentiamo cristallini
Pieni di fraternità e sempre più vicini
Pronti ad ascoltare ma senza giudicare
I nonni parlano con semplicità
E sanno regalarci la serenità
I nonni ascoltano, non ci mandano via
E sanno consolarci con la fantasia
I nonni ci parlano con semplicità
E sanno regalarci la serenità
Ogni nonno è così

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...