Sanremo 2020 è già un caos di contraddizioni. Benigni alla finale.

Sanremo 2020, dacci il nostro aggiornamento settimanale. E allora puntuale come un orologio svizzero, ecco le ultime novità. Tutti vogliono esserci, con la scusa dei 70 anni del Festival, in pochi sanno con quale ruolo.

Fiorello ha ormai ufficializzato la sua presenza, parlando anche per Jovanotti che sarebbe con lui sul palco nella prima serata. Se lo erano promessi 35 anni fa con Amadeus: avrebbero fatto Sanremo insieme. E a tal proposito il direttore artistico non solo ha confermato la notizia -che per la verità non è nemmeno troppo un’indiscrezione essendo stata ipotizzata da tutti all’indomani della designazione di Amadeus al timone del Festival- ma ha persino rilanciato: “Sono felicissimo ci sia Fiorello, potrà fare quello che vuole e spero resti il più possibile”. Dunque un Festival con Fiorello tra i mattatori fissi.

Ci saranno anche Paolo Bonolis, Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio: “Inviterò i conduttori che stanno bene nella storia del Festival, ma non voglio fare la parata”, ha detto Amadeus restando tutto sommato fumoso, perché in effetti ogni conduttore, persino i quattro figli d’arte, ha fatto la storia di Sanremo. E infatti la serata finale avrà la presenza di Roberto Benigni, che di edizione ne condusse solo una nel 1980 e partecipò qualche volta come ospite (l’ultima nel 2011).

Se è storia del Festival Benigni allora lo è anche Chiambretti, conduttore per due volte, o Andrea Occhipinti, una volta presentatore e un’altra accompagnatore di Fiorella Mannoia. Ma di loro non si parla per ora. Ci saranno dunque tutti quelli che, oltre a essere parte della storia sanremese, sono ancora pezzi da 90 su Raiuno. Ecco perché il Re, Pippo Baudo, andrà trattato come si deve, lasciandogli uno spazio di co-conduzione, e non piuttosto un’ospitata fatta giusto per dovere di invito come accaduto nel 2018 e nel 2019.

Sul fronte partner Amadeus ha ammesso che non ci sarà posto per Belen Rodriguez, mentre la sua partner ideale anche sul palco sarebbe Giovanna Civitillo: “Ma se chiamassi lei si scatenerebbe il finimondo”, ha detto il conduttore. Dunque avrà al suo fianco due donne o un uomo e una donna, come accaduto nel 2016 e nel 2019. E già si parla di Stefano De Martino sempre più insistentemente (l’ultima anticipazione in merito se l’è lasciata sfuggire nientemeno che Carlo Freccero, che ha portato De Martino a condurre Stasera tutto é possibile).

Da lunedì Amadeus ascolterà le 50 canzoni finora pervenute per i Big. Tutti cantanti che si propongono dando magari spunti diversi al direttore artistico che, come dichiarato da lui stesso, sceglierà in autonomia i cantanti in gara mandando direttamente gli inviti.

Mancano 95 giorni, ma sto Sanremo 2020 sembra già un bel caos pieno di contraddizioni, fatto di tanti protagonisti in cerca di un ruolo ben definito. Per esempio, qualcuno ha già capito se Fedez preferirebbe fare il cantante in gara, l’ospite oppure il marito della conduttrice? Lui vorrebbe esserci. Giustamente. Lui che Sanremo non l’ha mai visto se non in tv.

Massimiliano Beneggi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...