Sarà in scena al TeatroBasilica di Roma (piazza di Porta San Giovanni) dal 21 al 26 novembre 2023, la compagnia BIANCOFANGO, con Fragile show, (drammaturgia di Francesca Macrì e Andrea Trapani, che curano anche la regia)

Così Macrì e Trapani presentano lo spettacolo: “Torna in scena un lavoro che è stato molte cose nella nostra vita: un discorso sull’arte, su cosa significa essere artisti e, come sempre, e contemporaneamente, cosa significa essere uomini/essere umani oggi, come ieri, come domani. Thomas Bernhard è stato per anni una vera, autentica, ossessione. Questo artista straordinario, fuori dagli schemi dell’arte e della vita, è stato l’opera d’arte di se stesso. L’ironia, la cattiveria, la rabbia, il pensiero onnivoro che attraversano – senza sosta – la sua scrittura ha spaventato per anni le istituzioni e il pubblico fino a farlo diventare uno dei più grandi artisti meno rappresentati in Italia. Noi – dieci anni fa – non volevamo mettere in scena un suo testo, volevamo attraversarlo, ripensarlo, vivisezionarlo, ingoiarlo. Vogliamo ancora tutte queste cose, ma in più, oggi, vorremmo dirgli: grazie”.

Proseguono: “Con Fragile show abbiamo accolto la rabbia e la fragilità insieme, abbiamo imparato a dargli un valore. Abbiamo avviato un discorso sull’arte che ancora ci riguarda, abitato l’indignazione al confine tra ruolo e performer e consapevolizzato che stare sul palcoscenico è una responsabilità di cui non possiamo e non vogliamo fare a meno. Gleen Gould e Werthaimer, Mozart e Salieri, il Sottosuolo e l’Ufficiale e tutti i binomi che ciascuno di noi potrebbe scrivere all’infinito, non sono che i mille modi con cui cerchiamo, con disperata ostinazione, un equilibrio che ci rappresenti nella durissima battaglia dell’esistenza sulla terra”.

Comunicato stampa ufficiale