Ale e Franz, “Nel nostro piccolo” è un grande omaggio a Gaber e Jannacci

Da ieri sera fino all’11 novembre al Teatro Nuovo di Milano, sono tornati in scena Ale e Franz con uno spettacolo nato due anni fa, che è sempre in costante crescita nonostante il titolo sia “Nel nostro piccolo”. Un omaggio a Gaber e Jannacci con le canzoni dei due grandi cantori milanesi che tanto hanno dato sia alla musica che al teatro inventando un modo nuovo di divertire, di giocare con le note narrando uno spaccato della società. Ed è sempre una società che spesso appare disonesta nei confronti delle minoranze quella che viene raccontata oggi come allora con numerosi sketch dove i due comici ci divertono con il loro consueto garbo e la loro fierezza milanese: minoranze che trovano altresì un riscatto intrinseco nel non essere gli effettivi sconfitti di questa vita che lascia molto spazio anche a riflessioni poetiche grazie a Dio. “Nel nostro piccolo” è proprio questo: la lettura poetica di un mondo non sempre facile, ma comunque da amare.

Ale & Franz Foto NNP 2018

 

Siamo davanti a uno spettacolo divertente, con i canonici contraltari di Ale e Franz che propongono nuovi sketch appassionanti, che terminano sempre con qualche silenzio riflessivo per poi in una canzone di Gaber o Jannacci che chiosa e descrive meglio il concetto.

0AF6F77E-0F6E-40C8-B3DA-D17B5B6B2F55.jpeg

È proprio la musica la massima novità esaltante di questo spettacolo, perché aldilà del fatto che Ale e Franz che cantano sia già di per sè una notizia, e lo fanno anche decisamente bene nonostante loro si scherniscano, il cosiddetto teatro canzone è un format decisamente difficile, che solo i grandi professionisti possono fare con la capacità di fare ridere e commuovere come fanno Ale e Franz. Sul palco del Nuovo si rivedono un po’ di Cochi e Renato, tanta Milano, ma soprattutto la presenza di Gaber e Jannacci è assolutamente palpabile. Ecco perché vale la pena andare a teatro a vedere questi due fenomeni della comicità italiana, in grado di fare un omaggio delicato, sinceramente appassionato, a tratti malinconico ma non nostalgico: perché Giorgio Gaber e Enzo Jannacci, come tutto il nostro passato che conta, non moriranno mai, e lo dobbiamo dire sorridendo.

Massimiliano Beneggi

#aleefranz #comici #nelnostropiccolo #teatronuovo #milano #gaber #jannacci #schiavone #palermo #musica #teatro

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...