La città e i suoi stereotipi: Prossima Fermata Milano. Da giovedì al Leonardo

Dal 5 all’8 dicembre, nella settimana milanese per eccellenza, al teatro Leonardo di Milano va in scena M8, Prossima fermata Milano, il nuovo spettacolo ideato e diretto da Aldo Cassano, che vede sul palcoscenico Francesco Aricò, Giorgia Coco, Natascia Curci, Fabrizio Lombardo, Giorgio Rosa

Cosa può accadere se quattro autori della scena contemporanea teatrale, provano a raccontare la città di Milano? Se lo chiede la produzione Animanera, e risponde: “M8 – Prossima fermata Milano”. Milano, manipolata e ricostruita da quattro voci diverse, restituita nella sua molteplicità d’aspetti. Quattro storie, quattro sguardi diversi, dove la città si trasforma in un’idea.

M8 traccia una linea immaginaria della Metropolitana Milanese con quattro stazioni poetiche, quattro pièces di drammaturgia contemporanea. Ogni stazione una storia, una poetica, un linguaggio, un modo di interpretare Milano. Milano è bellissima, Milano non ha tempo per guardarsi allo specchio, e quando lo fa coglie indistinto il fiume elettrico delle persone che l’attraversano indaffarate ciascuna a inseguire il suo destino, in un intreccio che sembra uno snodo autostradale di vite che s’affollano al casello, pagando il pedaggio. Milano è veloce, non indugia su sé stessa, non si guarda. Ma è piena di volti, di storie. Una comunità frenetica che parla la lingua del lavoro che non c’è più e allo stesso tempo si reinventa a una velocità impressionante.

A Milano non c’è mai tempo, e l’assenza è la sua dimensione interiore, la sua cifra più misteriosa e smaccata.
Una città indagata attraverso quattro differenti punti di vista:

1.
Milano in attesa Beckettiana confinata su una banchina

della metropolitana.

2.

Milano capitale della Gig Economy. Un’apocalisse consegnata

a domicilio assieme alla pizza.

3.

Milano che si interroga sulle relazioni e la sessualità, cercando

una nuova identità.

4.

Milano città della nebbia che non c’è più, città della moda,

dei piccioni, studia surreali proposte geniali per una città davvero a misura d’uomo, e non solo.

Comunicato stampa ufficiale

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...