“That’s amore”: al Martinitt torna la commedia degli equivoci firmata Cavallaro

Torna al Teatro Martinitt di Milano, That’s amore un’effervescente commedia che più che degli equivoci, è dell’equivoco. Tutto ha infatti origine da un imbarazzante errore dell’agenzia immobiliare, che inconsapevolmente e provvidenzialmente ridonerà però speranza in tempi di precarietà. In scena dal 26 dicembre al 4 gennaio. Speciale Capodanno con brindisi (50 euro per brindisi, spettacolo e un omaggio dolce-frizzante).

Il mondo ti crolla addosso, ti ritrovi per strada, cerchi disperatamente una sistemazione e finisci invece col sistemarti, nel senso lato della parola. Ma non prima di aver penato e di aver scoperto che non solo le rose –che peraltro ancora non sai se fioriranno- hanno le spine, ma anche i cactus. Eccome. Non ci avete capito nulla? Consolatevi, neanche i 3 maldestri protagonisti di questa dolce ma spassosa commedia musicale da camera (una sola, di camera, e se la dovranno contendere). Niente di sdolcinato, sia chiaro: gli equivoci qui sono portati all’estremo, così come le risate del pubblico. Tra vite infrante, troppe scale da salire (non solo metaforicamente), valigie pesantissime in tutti i sensi, problemi di comunicazione (non solo tral’esterno ma anche tra coinquilini), porte chiuse (anche letteralmente) in faccia, spazi e divani troppo affollati e spagnoleggianti note ridicolmente melodrammatiche come colonna sonora, c’è da tenersi la pancia. Una fantastica riso-terapia di fine anno, con l’augurio che –proprio come sul palco- amicizia, amore (e teatro) vincano su tutto anche nel 2022.

THAT’S AMORE è una commedia scritta e diretta da Marco Cavallaro, con Marco Cavallaro, Claudia Ferri e Marco Maria Della Vecchia.

LA TRAMA

Lui. Lei. Non si conoscono. Lui è lasciato dalla fidanzata, lei molla il fidanzato. Entrambi lasciano casa. Entrambi, senza saperlo, affittano lo stesso appartamento. Sono costretti a passare un intero weekend insieme, ma Lei odia tutti i “Lui” e Lui odia tutte le “Lei”. Non basta: ecco far capolino “L’altro”. Se vi gira la testa, figuratevi a loro! In una girandola di situazioni inverosimili si srotola una divertente commedia musicale “da camera”. Una favola moderna non semplicemente sull’amore, ma sul precariato, sul nuovo mondo e sul bisogno di sentimento per affrontare e condire la vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...