Oggi Mia Martini avrebbe compiuto 71 anni: l’Associazione Minuetto domenica la festeggia.

20180911162855_locandina

Proprio oggi, 20 settembre, Mia Martini avrebbe compiuto 71 anni. Un’interprete intensa, grintosa, sensibile. Profondamente sensibile: dote rara nel mondo dello spettacolo che infatti decise per diversi anni di escluderla dalle scene. Un mondo che decise di rinunciare a una delle più preziose interpreti che la musica italiana abbia mai potuto vantare. Del trattamento barbaro subito da Mimì si è sempre parlato dal 1995 in avanti, da qualche anno però, dal 2013 per la precisione, la sorella Leda Martini con i direttori artistici Vincenzo Adriani e Giancarlo Del Duca hanno saputo ridare linfa alla musica di Mimí e al suo modo di interpretare la vita e le emozioni, parlando di Mia Martini anche in altro modo, ricordandoci quindi chi fosse e con quale atteggiamento affrontasse davvero la quotidianità. Ogni anno intorno al 20 settembre quindi si festeggia il compleanno di Mimì con tantissimi artisti di caratura internazionale, che hanno conosciuto la grande cantante personalmente o anche solo musicalmente avendone in qualche modo ereditato la voglia di gridare qualcosa al mondo con tenacia e amore nello stesso momento. Negli anni si sono susseguiti cantanti giovani (l’edizione scorsa fu vetrina per una piacevole novità come le Deve) e cantautori importantissimi come Vecchioni, Ruggeri, Cutugno, Tatangelo, Vanoni: tutti hanno sempre raccontato Mia Martini, al secolo Domenica Bertè, come una ragazza felice, ottimista, la cui grinta veniva scambiata per rabbia, e certamente Mimì avrebbe avuto ampi motivi per serbare rancore nei confronti di chi l’aveva ripudiata, ma si trattava davvero unicamente di tenacia, intensità: Mimí credeva in quel che cantava. Domenica 23 al Nuovo di Milano dunque si ripeterà la grande serata tanto attesa, stavolta presentata da Elenoire Casalegno, con protagonisti quali Minghi, Pupo, Alexia, Tatangelo, Gualazzi, Matia Bazar nella loro nuova formazione, fino al giovanissimo Alessio Bernabei e tanti altri. Come ogni anno, si esibiranno nel mezzo della serata i ragazzi dell’Associazione Culturale Minuetto (Claudia Urso, Jeremy Fiumefreddo, Angela Ieriti, Tomas Tai, Giuseppe Garavana, Monica Bordino e Stefania Santangelo) e i vincitori del Mimí Sarà, premiati a giugno (Andrea Castrignano, Giorgia Rizza, Sara Dalé). Oltre a loro la rivelazione Raffaele Moretti, sempre accompagnato dalla Mimí Sarà Band. Un progetto vero quello dell’Associazione che anni fa si impose di fare un vero concorso canoro senza la rivalità tutt’altro che musicale troppo spesso vista nei talent televisivi: nessun imitatore, ma solo tanti giovani artisti con la passione del canto e la voglia di crescere per esprimere il talento. Nessuna falsa promessa per questi ragazzi, ma una certezza enorme: se si crede nei sogni è possibile realizzarli. Questo è il successo, non la popolarità televisiva effimera. Domenica dunque sarà un’occasione per conoscere Mia Martini ancora più da vicino attraverso immagini inedite, canzoni nascoste, immancabili capolavori evergreen di Mimí e della musica italiana. Domenica sarà…o se preferite amichevolmente….Mimì Sarà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...