Mina a Sanremo. La Rai: parliamone

Mina e Sanremo sono sempre più vicini. Anche se Massimiliano Pani, dopo le dichiarazioni al Messaggero che abbiamo riportato ieri, assicura che al momento non ci sono stati contatti con la Rai, sono le parole dell’ad Salini a confermare che quei contatti non mancheranno ad arrivare.

Mina è Mina. E di fronte a un’apertura come questa manifesto tutto il mio interesse e quello dell’azienda. Chiamerò Massimiliano Pani nei prossimi giorni per dirgli che siamo ovviamente disponibili, per uno o più incontri, per ascoltarlo e ragionare sul futuro del Festival. Per la seconda settimana di maggio abbiamo organizzato un incontro, a Milano, con alcuni professionisti del settore musicale per discutere di composizione delle giurie, meccanismi di voto e possibili conflitti di interesse. Con il loro contributo speriamo di trovare la opportune soluzioni per fare un festival sempre migliore

Così l’amministratore delegato Rai sempre sulle righe del Messaggero. Come avevamo anticipato ieri, sarebbe onestamente impossibile non raccogliere questo assist di Pani che, in qualità di manager e produttore di Mina, non parla ovviamente a caso. Se Mina ha voluto fare sapere il suo interesse a dirigere la settantesima edizione del Festival dopo i successi di Baglioni, significa che ha tutto l’entusiasmo che probabilmente è mancato in passato. Viene da immaginare che Mina abbia già qualche idea su come organizzerà un Festival che, sicuramente, dopo quella riunione di maggio troverà con la cantante di Cremona un accordo. A giugno si saprà tutto quindi, compreso il meccanismo delle giurie, dove non sembra essere in programma il ritorno al solo televoto ma piuttosto una selezione di giurati legati esclusivamente alla musica. Fatto auspicabile, tuttavia più difficile (non impossibile) da realizzare per evitare conflitti di interesse. Tra i presenti al tavolo anche Caterina Caselli, da sempre in prima linea con la Sugar. E chissà allora che, per festeggiare la settantesima edizione di Sanremo, Mina non riesca a convincere anche vecchie glorie come Caterina a tornare su quel palco in una serata, presumibilmente quella del venerdì generalmente di cover o duetti, dedicata alla storia del Festival. Noi attendiamo, fiduciosi in quello che sarebbe un evento incredibile per aprire il nuovo decennio. Possiamo già immaginare: ogni sera un’imitatrice diversa di Mina con il consueto dilemma della sua probabile comparsa televisiva dopo 40 anni. Ascolti alle stelle sicuri, Salini gongola già. Il prossimo SanreMina, Festival grande grande grande e chi più ne ha più ne metta, forse sta già iniziando.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...