Tutti i nuovi singoli. I Modà cantano la malinconia: testo, video e commento di ‘Quelli come me’

LE NOVITÀ DELLA SETTIMANA

Venerdì scorso sono usciti tanti nuovi singoli che, ormai finita l’estate, cercano già di trovare il loro posto nell’olimpo dei brani autunnali. Giordana Angi, la bravissima ragazza emersa da Amici, ha lanciato qualche giorno prima a sorpresa il suo Stringimi più forte; Mahmood parla ancora di periferie ma stavolta in chiave romantica in Barrio; Coez si propone come protagonista di stagione anche quest’anno con La tua canzone; Fabrizio Moro è nelle radio con Per me; è tornato Luca Dirisio con Come il mare a settembre.

I MODÀ, QUELLI COME ME

Noi vogliamo occuparci questa settimana del nuovo singolo dei Modà, Quelli come me.

Un ritorno un po’ in sordina quello di Kekko e soci che non sono riusciti a imporsi in estate; questo secondo singolo che anticipa l’album in uscita il 4 ottobre sembra però più incisivo e importante. Anche per un contenuto tutt’altro che banale. Silvestre lo ha dichiarato: è una storia vera, la sua storia. Si è ritrovato più volte a confidare situazioni intime, privatissime, a persone sconosciute incontrate nei locali di notte. Persone che come lui cercano uno spazio nella solitudine che li distrae dal frastuono dell’anno vita. Rumore che è causa della malinconia che li fa sembrare sempre senza problemi e invece soffrono: li capisce solo chi come loro leggono nella pelle delle persone, cercando la fiducia senza porsi domande. Gente che sembra persa di notte, e che in realtà proprio in quel momento della giornata, quando tutti dormono, sanno scoprire la verità più autentica: che non si vive di sole promesse.

IL COMMENTO

Un bellissimo brano, malinconico ma che ridà dignità a quei momenti di solitudine che tutti cercano per rielaborare idee e rimettersi in gioco il giorno successivo. In fondo non ha importanza rispondere che vada tutto bene o ci sia qualcosa che non va: nemmeno interessa forse a chi ci chiede come stiamo. Nemmeno c’è il tempo, nella vita frenetica, di occuparcene realmente, ci sembrano già troppo importanti i nostri problemi, anche quando non sono problemi. Occorre però ritagliarsi quel tempo che Paolo Limiti già decenni fa chiamava La voce del silenzio. Con questo brano, dunque, accompagnato come sempre da arrangiamenti meravigliosi, i Modà provano a rilanciarsi su un mercato che li aveva tanto esaltati e poi, improvvisamente cambiato, ha impedito loro tanti numerosi successi ulteriori. Certo il genere è sempre quello, forse sarebbe stato il caso di cambiare qualcosa per non confondere ogni canzone con le precedenti, ma è decisamente il loro genere, e questo non si discute. Kekko scrive ancora benissimo, e grazie a Dio ha voluto condividere con noi questa poesia. Che rimarrà tale in ogni caso, altrimenti si cadrebbe nella pericolosissima tentazione di considerare bella solo l’arte che vende di più. E sappiamo che, troppo spesso, non è così.

Ecco qui sotto video e testo della canzone Quelli come me.

Quelli come me, li trovi dentro ai bar
anche da soli nel cuore della notte
con lo sguardo perso come fosse un film
dove c’è un tizio di cui non si sa niente
se non li conosci e vuoi parlarci un po’
può succedere anche di sentirli
raccontare cose che non hanno mai
confessato neanche a loro stessi
se stan zitti, parlano con gli occhi

Quelli come me, li vedi andare via
quando il rumore intorno è troppo forte
fanno sempre il pieno di malinconia
e dell’inferno sai chi se ne fotte
quelli come me “ti amo pure se
ci conosciamo solo da un istante”
quelli come me “non mi cercare più”
no, non si vive solo di promesse

Quelli come me, soffrono un po’ di più
per via del loro cuore di cristallo
usano la pelle per sentire se
chi han di fronte ha il dono di capirlo
piangono di notte e non lo saprai mai
ti diranno sempre tutto a posto
e hanno sempre un sogno nel cassetto
Quelli come me li vedi andare via
quando il rumore intorno è troppo forte
fanno sempre il pieno di malinconia
e dell’inferno sai chi se ne fotte
quelli come me “ti amo pure se
ci conosciamo solo da un istante”
quelli come me “non mi cercare più”
no, non si vive solo di promesse

Quelli come me “ti amo pure se
ci conosciamo solo da un istante”
quelli come me “non mi cercare più”
no, non si vive solo di promesse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...