Ribellione sul web: “Cancelliamo i programmi della D’Urso”

Non è un pesce d’aprile. Il popolo del web non vuole più Barbara D’Urso.

Se mai Carmelita fosse stata davvero apprezzata dal mondo internauta come lei ha sempre sostenuto a dispetto dei tanti commenti di critica (a volte persino eccessivi insulti) che compaiono quotidianamente nel suo profilo Instagram, qualcosa si è rotto definitivamente domenica sera. Quando la cultura e l’informazione sono andate defininitvamente a farsi benedire.

La preghiera recitata in diretta con l’ex ministro Salvini non è piaciuta quasi a nessuno: più del gesto è sembrato inopportuno il contesto in cui la conduttrice e il politico si sono mossi, chiaramente con intenzioni che tutto parevano meno che disinteressate. Così, se il web fino ad ora ha scherzato di fronte a dei tutorial in cui la D’Urso spiega tutta impegnata come ci si lava le mani e ci si toglie la mascherina calandosi nei panni della dottoressa Gio (che forse solo lei non ha ben compreso che fosse un personaggio inventato senza valida laurea), questa volta sono partite le proteste ufficiali.

Sul sito change.org da ieri è presente infatti una petizione per cancellare i programmi di Barbara D’Urso. CLICCA QUI PER LEGGERE LA PETIZIONE

Il sito si propone di raccogliere firme per campagne e iniziative di ogni genere senza alcun tipo di account da registrare. Gli appelli fissano anche delle quote di firme per il raggiungimento del risultato, affinché la petizione possa dirsi riuscita. In questo caso, naturalmente, la cifra di 150 mila firme servirà unicamente all’organizzatore e ai firmatari per sottolineare il proprio disappunto contro la conduttrice di Mediaset (o contro Salvini?). Non succederà nulla insomma, la notizia va anzi presa per una divertente boutade di qualcuno ormai troppo infastidito dal modo della D’Urso di fare televisione: forse nessuno si aspettava però la risposta immediata del web che dopo poche ore ha fatto registrare già oltre 90 mila firme. Anche se non succederà nulla, Mediaset dovrebbe iniziare a riflettere, specialmente alla luce delle affermazioni di Bonolis che, ospite in una trasmissione radiofonica, non ha sprecato poi molte parole per difendere la collega: ‘Penso si voglia impossessare non più solo di Mediaset ma persino della Santa Sede’. Ha scelto l’ironia Bonolis, ma è parso abbastanza chiaro il suo pensiero. E se si aprisse una petizione anche per consentirle questa ascesa al Vaticano? In fondo andrebbe in onda solo la domenica e il mercoledì: potrebbe essere utile a tutti…

Massimiliano Beneggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...