Zero Assoluto-Gazzelle: sodalizio perfetto per ‘Fuori noi’

È uscita venerdì Fuori noi, la nuova canzone degli Zero Assoluto che tornano in grande stile con un featuring insieme a Gazzelle. Stessa filosofia musicale, medesima attenzione per la melodia che si fa cantare con facilità dopo il primo ascolto. Stesso modo di raccontare l’amore con parole semplici e dirette. Così nasce questo matrimonio artistico assolutamente perfetto. Romantici. Cantautorali. Un piacere per le orecchie. Un ritorno graditissimo quattro anni dopo la loro ultima partecipazione a Sanremo.

La canzone è la storia di una coppia che tra alti e bassi non può fare a meno di stare insieme. Una dichiarazione d’amore per cui si sarebbe disposti a ogni cosa pur di fare felice l’altro. Così i momenti belli insieme sono talmente felici da fare completamente dimenticare quelli più complicati. E si evita di andare…fuori dai binari, su cui si viaggia sempre in coppia.

La cover del singolo, forse l’ultimo a proporsi realmente come possibile brano che accompagna l’estate, vede un grande prato fare da circonferenza al cielo. Sul prato i due fidanzati, in diversi momenti felici. Il grande buco che si crea nell’immagine sembra rappresentare l’apertura verso uno spiraglio di luce sempre e comunque. In realtà è anche una firma: quel cerchio è il simbolo dello Zero Assoluto. Del resto non sfugge la presenza, sul prato, di una Gazzella.

Massimiliano Beneggi

Ecco qui sotto testo e audio video del brano.

Cosa vuoi?
Io sto bene
Usciamo a bere?

Come stai?
Sembra bene
dormiamo insieme

Voglio scrivere una frase sul muro
ma con un coltello
che non lasci nessun dubbio
che ogni dubbio è tempo perso
come un sogno che ti sveglia e non lo sai
se sei quello che sei

E mi spaccherò la schiena
per portarti dove vuoi
per andare fuori a cena
per non andare fuori noi
siamo sopra un’altalena
e ogni tanto cado giù
ma ogni volta che sto bene
non me lo ricordo più
non me lo ricordo

Mi domando cosa vuoi da me
sarei pure disposto a morire
mi rispondo se non lo sai te
facevo prima a non uscire
e sono anni che ci scrivo i pezzi sopra
senza mai capire bene se la vita mi ritorna indietro addosso
vorrei sapere almeno come
e siamo fatti così, così, così
basta poco davvero
sembra tutto più bello lontano da qui
anche se non è vero

Voglio scrivere una frase sul muro ma con un coltello
che non lasci nessun dubbio
che ogni dubbio è tempo perso
come un sogno che ti sveglia e non lo sai
se sei quello che sei

E mi spaccherò la schiena
per portarti dove vuoi
per andare fuori a cena
per non andare fuori noi
siamo sopra un’altalena
e ogni tanto cado giù
ma ogni volta che sto bene
non me lo ricordo più
non me lo ricordo più
non me lo ricordo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...