‘Io sì’ vince il Golden Globe: Pausini nella storia

Io sì, interpretata da Laura Pausini, e scritta da Niccolò Agliardi e Diane Warren, ha vinto il Golden Globe 2021 per la migliore canzone in un film.

Colonna sonora di La vita davanti a sè di Edoardo Ponti, che vede protagonista Sofia Loren, Io sì è la prima canzone interamente italiana a vincere il prestigioso premio: in precedenza Giorgio Moroder aveva vinto il Golden Globe nel 1984, come compositore di What a feeling, canzone del film Flashdance.

Incontenibile la gioia di Laura Pausini che su Instagram ha pubblicato una diretta dove esulta urlando alla sua maniera, sempre spontanea, emozionata (ed emozionante): ‘Siii! Porca miseria, thank you!‘.

Il successo di Laura arriva proprio pochi giorni dopo il ventottesimo anniversario dalla sua vittoria a Sanremo tra i Giovani con La solitudine. Che orgoglio per l’Italia vedere crescere sempre di più questa straordinaria artista, che non smette di sorprendere e che ancora una volta ha convinto le giurie americane! Grazie Laura!

La Pausini ha dedicato così il suo successo ai fan, Sofia Loren e alla sua famiglia:

Non ho mai sognato di vincere un Golden Globe, non ci posso credere. Dedico questo premio a tutti coloro che vogliono e meritano di essere “visti” e a quella ragazzina che 28 anni fa vinse Sanremo e non si sarebbe mai aspettata di arrivare così lontano. Tutta la mia gratitudine e il rispetto per la meravigliosa Sophia Loren, è stato un onore dare voce al tuo personaggio, per trasmettere un messaggio così importante, di accoglienza e unità. Dedico questo premio all’Italia, alla mia famiglia, a tutti coloro che hanno scelto me e la mia musica e mi hanno reso quello che sono oggi. E alla mia bellissima figlia, che da oggi vorrei ricordare la gioia nei miei occhi, sperando che cresca e continui sempre a credere nei suoi sogni

Ecco qui sotto video e testo del brano vincitore. Una canzone che parla di irriducibile fiducia da parte di una persona che non smetterebbe mai di amare e capirebbe al volo i desideri dell’altro.

Massimiliano Beneggi

 

 

Quando tu finisci le parole
Sto qui
Sto qui
Forse a te ne servono due sole
Sto qui
Sto qui
Quando impari a sopravvivere
E accetti l’impossibile
Nessuno ci crede, io sì
Non lo so io
Che destino è il tuo
Ma se vuoi
Se mi vuoi sono qui
Nessuno ti sente, ma io sì
Quando tu non sai più dove andare
Sto qui
Sto qui
Scappi via o alzi le barriere
Sto qui
Sto qui
Quando essere invisibile
È peggio che non vivere
Nessuno ti vede
Io sì
Non lo so io
Che destino è il tuo
Ma se vuoi, se mi vuoi
Sono qui
Nessuno ti vede, ma io sì
Chi si ama lo sa
Serve incanto e realtà
A volte basta quello che c’è
La vita davanti a sé
Non lo so io
Che destino è il tuo
Ma se vuoi
Se mi vuoi
Sono qui
Nessuno ti vede, io sì
Nessuno ci crede, ma io sì
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...