64esimo Zecchino d’Oro: altre 5 canzoni. I nostri voti

Secondo gruppo di canzoni del 64esimo Zecchino d’Oro. Dopo i primi cinque brani ascoltati settimana scorsa (clicca qui per leggere i voti di TeatroeMusicaNews), l’Antoniano di Bologna ha reso pubbliche sui suoi social altre canzoni in gara nella prossima edizione.

Certo, fare ascoltare i brani con tre mesi di anticipo rispetto alla gara, fa correre il rischio di influenzare le classifiche finali, specie in un’epoca in cui le visualizzazioni di YouTube sono considerate un termometro sociale. Come ogni martedì, però, ecco i video e la nostra classifica dei brani che si sfideranno nella competizione di dicembre in prima serata su Raiuno.

Il ballo del ciuaua

(Testo e Musica di Antos Zarrillo Maietta e Giovanni Caccamo) cantata da Camilla, 7 anni, di Viareggio (LU), Francesco Paolo, 10 anni, di Salsomaggiore Terme (PR) ed Elisa, 9 anni, di Roma

Nel 40esimo anniversario del Ballo del Qua qua, arriva il cha cha che riecheggia il successo di Romina Power. Questa volta non è solo la papera a essere chiamata in causa, ma tutti gli animali possibili, che si propongono tra lambada, macarena e diversi stili di ballo. Divertente e orecchiabile, sebbene forse un po’ poco originale. VOTO 7,5

Ri-cer-ca-to

(Testo di Alberto Pellai – Musica di Paolo d’Errico) cantata da Davide, 6 anni, di Parma

La voce si è sparsa, c’è un pidocchio che si nasconde tra i capelli e ora è ricercato per tutta la città. I bambini non ne hanno paura, le mamme invece si sono attivate e lo vogliono assolutamente trovare. La canzone è una storiella, che ridà anche una dignità a quell’animaletto fastidioso e da tutti odiato perché fa grattare la testa. Come sempre, però, i bambini vedono il mondo con innocenza e serenità: basta uno shampoo accurato e tutto passerà, senza drammi. Testo simpatico con ritornello sillabato, melodia veloce e orecchiabile. VOTO 7,5

Il Reggeatonno

(Testo e Musica di Andrea Casamento, Gianfranco Grottoli e Andrea Vaschetti) Irene, 8 anni, di Fondi (LT) e Giuseppe, 7 anni, di Perfugas (SS)

Giocando con le parole, ecco che un tonno diventa protagonista di un reggaeton che già lascia ipotizzare qualche movimento per un possibile ballo di gruppo. Tutti i pesci ballano al ritmo di un genere musicale che funziona in questo momento, adattato per i bambini. Tanta felicità e nulla di più nel senso di questa canzone dove sembra di sentire l’andamento delle onde. VOTO 6,5

Il Riccio Capriccio

(Testo e Musica di Franco Fasano e Antonio Buldini) cantata da Giuseppe Karol, 4 anni, di Messina

Il riccio è spinoso e timido, sembra capriccioso e diffidente, ma se capisce che gli si vuole bene si apre: dentro di lui c’è molta più determinazione di quello che non si possa pensare. Una descrizione metaforica di tante persone, apparentemente chiuse e solitarie, nei confronti delle quali bisogna andare oltre ciò che sembra. Ritmo cadenzato che si fa immediatamente fischiettare schioccando le dita. VOTO 8,5

Bartolo il barattolo

(Testo di Carmine Spera e Flavio Careddu – Musica di Giuseppe De Rosa) cantata da Walter, 6 anni, di Firenze

L’inizio rap non convince, la melodia del ritornello, nè carne nè pesce, ancora meno. Il tema però è importante: l’attenzione ai rifiuti per un miglior riciclo è uno dei messaggi più attuali di fronte a cui una gara come lo Zecchino non può essere indifferente. Il testo, per restare in tema, fa…la differenza! VOTO 6

Massimiliano Beneggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...