Ventola, Eto’o, Eranio & co: i Campioni a distanza sorprendono con “Lo stadio in un cassetto”

E’ uscito oggi a mezzanotte Lo Stadio in un cassetto, il nuovo brano scritto da Giulia Anania, Marta Venturini, Diego Calvetti, distribuito da Warner Music Italy con il patrocinio della Lega Serie A, presentato da Warner Chappel Music Italiana e Apollo Records con Stars on Field.

campioni-a-distanza-lo-stadio-in-un-cassetto

La canzone, che unisce 21 campioni del calcio sotto il nome di Campioni a distanza, è un piacevole coro che sorprenderà per le qualità canore di molti interpreti. Ci si rende conto sin da subito, con l’attacco musicale dell’ex milanista Stefano Eranio e l’ingresso dell’ex Inter Nicola Ventola, che non si è di fronte a un progetto improvvisato.  Chi canta è gente che ha la musica nel sangue, e si sente anche per come canta. Qualcuno, fanno sapere, ha dovuto vincere la timidezza e la paura di non essere all’altezza, ma per campioni come loro che hanno battagliato in tante sfide sportive, questa non poteva che essere una passeggiata. Soprattutto per la causa del brano: gli introiti saranno infatti interamente devoluti al fondo “Sempre con voi” della Protezione Civile per il sostegno ai familiari dei medici e del personale sanitario che hanno perso la vita nella lotta al Covid-19. La canzone, orecchiabile e ritmata, si presta a un coro decisamente numeroso, anche per il messaggio di unità e dell’importanza di essere squadra che viene trasmesso.

In tutto quindi ventuno campioni straordinari di calcio che hanno prestato voce e volto tramite video realizzati in casa con gli smartphone: ALESSANDRO BASTONI BARBARA BONANSEA FEDERICO BONAZZOLI FRANCESCO CAPUTO • GAETANO CASTROVILLI ALBERTO CERRI DANILO D’AMBROSIO MATTEO DARMIAN STEFANO ERANIO SAMUEL ETO’O • CIRO FERRARA ALESSANDRO FLORENZI MAURIZIO GANZ SIMONE ANDREA GANZ ELENA LINARI • ALESSANDRO MATRI LEONARDO MOROSINI ANDREA PIRLO ANDREA RANOCCHIA • LUCA TONI • NICOLA VENTOLA

Non è prima volta che il mondo del calcio si unisce per cantare a favore di campagne benefiche: negli anni ’80 Ruud Gullit capitanò tanti campioni dello sport per cantare Alleluja e No More, riscuotendo un grande successo. Esattamente come accadde nel 2003 con la Juventus che raggiunse anche il palco dell’Ariston di Sanremo in una apertura di serata per cantare Il mio canto libero. A volte le cose nascono per gioco, ma chi gioca per mestiere…lo fa sul serio. Sempre.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...