Emis Killa contro Boban. Ma è pubblicità per lui

Quando la musica scende in campo…non sempre è opportuna. Lo ha dimostrato il rapper milanese Emis Killa, che si è reso protagonista di una querelle social contro l’ex calciatore rossonero Zvominir Boban. Motivo della discussione (per la verità a un certo punto ha assunto i toni di un monologo), il commento negativo dell’ex milanista nei confronti dell’inno per la squadra composto da Emis Killa con Saturnino. ‘Una caduta di stile’, aveva chiosato Boban. Cinque anni fa. Durante questi cinque anni in molti probabilmente pensavano che l’inno rossonero fosse ancora quello storico scritto da Tony Renis all’inizio dell’era Berlusconi, che risuona ancora allo stadio. Di sicuro nessuno si è mai più di tanto preoccupato del problema, men che meno di un giudizio del tutto opinabile dell’ex centrocampista.

Due giorni fa, però, un fan ha ricordato a Emis Killa quella critica, e il rapper su Twitter è esploso in insulti a Boban dichiarando ‘Sei il nulla’. Detto da un milanista all’artefice di tanti successi degli anni ’90, è decisamente più ingrato del commento di un dirigente verso l’inno rivoluzionato della sua squadra. A onor del vero cinque anni fa Boban non era nemmeno dirigente del Milan, lo sarebbe diventato più tardi per abbandonarne presto la carica.

Ieri Emis Killa è intervenuto ancora con delle stories su Instagram spiegando quanto accaduto. Non vuole scusarsi con Boban, reo di un commento a suo dire fuori luogo. Emis piuttosto si giustifica sostenendo di avere alzato il gomito sabato sera e di avere reagito così lasciando andare ogni freno inibitore. Così rispondendo ai supporters rossoneri che se la sono presa (ma vedi un po’ tu!), il Poeta ha ribadito che non sente di dovere portare alcun rispetto particolare per i calciatori solo per il loro status, che li rende comunque uomini quanto un idraulico. Tutto vero, tutto giusto. Ma un silenzio, sabato sera, sarebbe stato più opportuno.

La vera domanda non è tanto sulla qualità del brano in questione, che trovate in fondo alla pagina e di cui ciascuno si farà la sua legittima idea. Piuttosto ci si chiede: è corretto fare passare questo messaggio sui social? È normale attribuire all’alcol le cause di tanti insulti e di uno stizzimento che arriva con ben cinque anni di ritardo? Se non avvenne con l’inno, la caduta di stile di Emis Killa è certamente arrivata in questi giorni. Farebbero bene certi artisti ad accettare critiche con il sorriso e a limitarsi a spegnere il telefono quando vogliono bere un bicchiere in più. Naturalmente questa è una banalissima idea. Che forse Emis Killa leggerà e commenterá con i celeri tempi tra cinque anni. A proposito, come diceva Antonio Albanese ne L’uomo d’acqua dolce….Cosa ha fatto in questi cinque anni? Di sicuro ora si rifà con questa polemica montata da lui stesso forse per rilanciare una canzone che in pochi sapevano esistesse…

Massimiliano Beneggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...