Ligabue, calo di vendite ai concerti, ma lui ringrazia: ‘Meraviglioso ritrovarvi’

Storie di elegante umiltà. Ogni tanto, raramente, si possono raccontare. Questione di sincerità, verso quel pubblico con cui ha sempre mantenuto un rapporto di correttezza e verità. A parlare del calo di vendite di biglietti, prima di qualunque possibile speculazione di testate pseudo giornalistiche, è lo stesso protagonista. Luciano Ligabue, che il 28 giugno sarà a Milano allo stadio San Siro, su Facebook ha infatti apertamente espresso, senza amare recriminazioni, anzitutto il suo entusiasmo per essere tornato a cantare dopo la grande paura di due anni fa, quando un problema alle corde vocali lo costrinse a fermare il tour.

Ciao ragazzi, come va?

Allora: il tour è cominciato e se da un lato è vero che in alcuni stadi, a questo giro, l’affluenza di pubblico è inferiore alle previsioni dell’agenzia, dall’altro è anche vero che l’altra sera a Bari è stato meraviglioso ritrovarvi con tutta quella energia e passione e bellezza che solo voi sapete sprigionare.
Ne avevo bisogno visto che da un anno e mezzo non vi avevo davanti.
E ora, dopo la paura di non poter più cantare del 2017, è fantastico sentire la mia voce a pieno regime anche se (fortunatamente) sommersa dalle vostre.
La produzione (e quindi lo spettacolo) che stiamo portando in giro è una delle nostre migliori di sempre (e non verrà ridotta in nessuna situazione), la band è in formissima e il cantante c’ha più voglia che mai.
Stasera Messina.
Non vedo l’ora che arrivino le 21.
Grazie, ragazzi.
Vi abbraccio
Luciano

Un bel messaggio, di affetto e ringraziamento ai suoi fan che l’hanno sempre sostenuto. Certo Liga non è in affanno, le vendite dell’album lo confermano, ma fa male pensare che chi acquista biglietti per i concerti sia disposto piuttosto a spendere soldi per sentire i fenomeni della trap piuttosto che uno dei più grandi rocker pop italiani. Colpa della crisi economica? Colpa di un genere troppo uguale a se stesso negli anni? O forse ci sono troppe alternative nel panorama musicale ormai, e i sold out diventano sempre meno? Liga non perde lo zoccolo duro dei suoi fan, e di sicuro dopo questo messaggio in tanti si sveglieranno dal torpore per riempire gli stadi in questo Start tour. Perché Ligabue non appartiene solo a generazioni passate, continua a piacere e a entusiasmare enormemente come ha fatto a Bari. Di solito si tende a enfatizzare i numeri dei presenti ai concerti, narrando di indiscutibili successi e attendendo che siano i giornali a parlare di flop. La politica insegna: le piazze sono sempre piene anche quando sono deserte. Stavolta lo ha fatto lui, con l’onestá morale e la trasparenza che mette nelle canzoni. Più entusiasta per chi c’era che deluso per gli assenti. Chapeau Luciano.

Massimiliano Beneggi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...